buonasera dottoressa, la contatto perchè ho scoperto di avere il papilloma virus, di grado cin1, ho fatto pap test e colposcopia, e mi hanno detto di fare il vaccino contro il papillomavirus. Non sapendo nulla in materia mi sono documentata sulla questione e ho scoperto che proprio sul vaccino che dovrei fare io (Gardasil9) ci sono state varie inchieste e problematiche. Numerose ragazze e donne hanno avuto seri problemi dopo averlo fatto, mi hanno comunque detto che il vaccino non va a guarire o ad uccidere tutti i ceppi ad alto rischio ma che comunque andrebbe a proteggermi su altri batteri che potrei eventualmente prendere. è vero? Vorrei anche capire per favore, quanta probabilità c’è, se non facendo il vaccino si possa sviluppare una forma tumorale. La ringrazio in anticipo. Spero di ricevere un suo gentile riscontro. Cordiali saluti.

Il vaccino, secondo me, non va fatto se l’infezione è in corso. Secondo alcuni studi il virus potrebbe virare verso un ceppo più aggressivo.
Invece lavorerei con l’omeopatia sul suo sistema immunitario per poi ricontrollare dopo tre mesi di terapia se l’infezione è ancora presente. Le probabilità che una lesione iniziale ( tra l’altro la dicitura cin 1 è davvero ormai fuori uso, le lesioni lievi solo le LOW SIL, secondo la terminologia medica corretta ) evolva in un tumore sono poche : in una percentuale di casi c’è la risoluzione spontanea dopo 6 mesi, in altri c’è l’evoluzione alla forma più grave :H-SIL che comunque non è ancora un cancro.
Le consiglio quindi di cercare un omeopata nella sua zona, e ripetere il pap test e la colposcopia dopo tre mesi di trattamento

By |2019-03-05T14:07:32+00:00marzo 5th, 2019|Archivio delle domande e risposte, Infiammazioni genitali|Commenti disabilitati su

About the Author: