bartolinite

Buongiorno dott.ssa,
le scrivo perchè ormai sono almeno tre anni che soffro di bartolinite.
Dopo il primo asscesso, forse l’unico durato per 7 giorni e gonfiato penso al livlli massimi per poi esplodere….. NO COMMENT!!1
Da allora la mia ghiandola si infiamma ciclicamente.
L’infiammazione parte il mattino per poi maturare velocissimaente e d aprirsi iniziando a spurgare.
Le prime infiammazioni agivo, sotto parere medico sempre con antibiotico, ma una delle ultime volte ho avuto una reazione allergica.
Ora sto utilizzato rimedi naturali : dierei un mix tra omeopatia e fitoterapia; Belladonna 9 CH e Mercurius solubilis 30 CH, Biotic forte di gse e olio di malaleuca.
Le ultime due volte sono riuscita a risolvere così ma oggi a tre mesi dall’ultimo evento ho una nuova infiammazione.
Ho tentato varie soluzioni, mi sono sottoposta a visite di diverse ginecologhe. L’ultima ha anche tentato di aspirare parte del liquido presente nelle ghiandola, purtroppo pocco abbondate perchè la mia bartolini è autonoma … si infiamma, matura e si apre, non permettendo l’intervento della mano esperta…
Il mio cruccio è: come faccio a prevenirla come posso risolvere questo problema?
Non so se le possa darmi un aiuto a distanza o eventualmente consigliarmi uno specialista suo collega vicino a me (sono di Torino). lE CHIEDO UN CONSIGLIO SPASSIONATO NON SO PIU’ COSA FARE.

Probabilmente occorre una terapia omeopatica più profonda, non soltanto quella specifica per la cisti, una terapia omeopatica che riequilibri la sua tendenza ad ammalarsi di questa patologia…non conosco colleghi a Torino, se vuole io lavoro anche a Verona, oppure via Skype. Altrimenti contatti la scuola di omeopatia unicista di Torina e chieda a loro un  nominativo, non serve sia ginecologo..basta sia un omeopata unicista

By |2020-05-06T16:48:48+00:00maggio 6th, 2020|Archivio delle domande e risposte, Infiammazioni genitali|Commenti disabilitati su bartolinite

About the Author: