Buongiorno Dottoressa, sono stata operata all’età di 25 anni per endometriosi, mi hanno asportato ovaio sx e tuba e ripulita dalle aderenze, ho fatto enantone e sono stata in menopausa 6 mesi, passato questo periodo sono tornati i forti dolori mestruali e le cisti all’ovaio dx. Quindi mi hanno prescritto cerazette , Ora ho 42 anni e da allora prendo ancora questa pillola continuativamente. io vorrei sospenderla, ma il mio ginecologo dice che devo continuarla e stare tranquilla perchè è una pillola di nuova generazione che da molti meno problemi rispetto alle pillole “classiche. Ma sempre di ormoni si tratta, secondo me. Il problema è che ho anche un nodulo di 20mm tra utero e retto, la mia paura è che sospendendo la pillola aumenti, mi hanno spiegato che per toglierlo si dovrebbe fare un intervento chirurgico importante. Però voglio provare coumunque a sospenderla. Io sono di Cesena ed ho contattato una brava dottoressa che cura con medicina cinese e agopuntura, ma vorrei combattere questa battaglia con più armi, quindi ho pensato anche all’omeopatia. A Cesena c’è un bravo e rinomanto omeopata il Dott. Urbano Baldari, ma non è specializzato in Ginecologia, secondo lei può ugualmente aiutarmi? Scusi se mi sono dilungata. La ringrazio infinitamente nel caso voglia rispondermi. Cordial salui e buon lavoro.

Non occorre che il collega sia ginecologo per darle un rimedio omeopatico corretto, l’omeopatia cura la persona non solo l’endometriosi, ovviamente deve sentire lui e chiedergli se la può seguire, e poi deve fare controlli ravvicinati ecografici per vedere se la terapia funziona.
il nodulo non deve aumentare, e forse può diminuire, ma lo deve controllare regolarmente. Comunque sicuramente la pillola è una pillola leggera, ma dopo tanti anni, provare una terapia naturale mi sembra giusto, fa sempre in tempo a riprendere gli ormoni se necessario.

By | 2018-05-16T22:21:05+00:00 maggio 16th, 2018|Archivio delle domande e risposte, Endometriosi|Commenti disabilitati su

About the Author: